La prima linea telefonica d’Italia mise in collegamento Palazzo Marino con Porta Venezia

Anche se il suo inventore viene considerato Guglielmo Marconi, il brevetto del telefono venne depositato da Bell e mostrato per la prima volta al grande pubblico all’Esposizione Universale di Philadelphia del 1876.

Qui lo videro due imprenditori di Milano, i fratelli Gerosa, che decisero di portarlo a Milano. Ottenuta la licenza da Bell realizzarono nel dicembre 1877 il “primo telegrafo parlante” d’Italia collegando Palazzo Marino, dove si trovavano i pompieri, con la stazione degli omnibus di Porta Venezia.

All’inizio il servizio telefonico era realizzato interamente dai privati. I Gerosa costruivano i telefoni in via Vittoria Colonna e nel 1881 aprirono due società per l’esercizio dei telefoni: la Italo-Americana in via Orefici e la Italiana in via Filodrammatici che si fusero nel 1884.
La prima rete interurbana d’Italia fu la Milano-Monza, sempre nel 1884.

Fonte: Milano d’Italia, Alberto Pezzotta- Anna Gilardelli, Bompiani