E’ il nostro Titanic

Era il vanto della città. Un’arena coperta, tra le più grandi del mondo, a pianta circolare e con profilo a doppia curvatura (a sella di cavallo). Sorgeva a fianco dello stadio, tra via Tesio e via Patroclo.

Inaugurato nel 1976, poteva accogliere fino a 18.000 spettatori per competizioni di atletica leggera, di ciclismo, per concerti o per le partite di basket dell’Olimpia.
Era considerato un’avanguardia dell’architettura mondiale, tanto da essere copiato da altre strutture sportive nel mondo, tra cui il “Pengrowth Saddledome” di Calgary e il “Peace and Friendship Stadium” di Atene.

Il palasport ha ospitato anche gli unici due concerti tenuti dai Queen in Italia, il 14 e 15 settembre 1984.
Il 17 gennaio 1985 a causa di una straordinaria nevicata una parte della copertura crollò sotto il peso della neve. Due settimane dopo il palasport sarebbe dovuto essere teatro del primo concerto degli U2 in Italia.