Dopo gli alloggi popolari fu il momento della piccola borghesia

Zona esclusiva anche se circondata da quartieri popolati. Il villaggio dei giornalisti è costituito da villette immerse nel verde a nord dell’Isola. L’idea nasce nel maggio del 1911 quando Mario Cerati, redattore de Il Secolo, scrive un editoriale in cui dice che mentre si è fatto molto in tema di alloggi popolari niente è stato fatto invece per la piccola e media borghesia.

Il nuovo quartiere prese il nome di Villaggio dei Giornalisti perchè fu realizzato da una cooperativa di giornalisti ed ebbe molto successo soprattutto tra pubblicisti e corrispondenti di giornali e riviste pubblicate a Milano.