Alcuni divertenti detti in dialetto milanese

A criticà, in bun tucc’ = Sono tutti bravi a criticare

Dòna che la piang e cavall che süda hinn fals me Giuda = Una donna che piange e un cavallo che suda sono falsi come Giuda

Finì cont el cü per tèrra = Finire col culo per terra

El vin l’è la teta di vecc = Il vino è la mammella dei vecchi

L’è mei fa un casu al sù che lauraa all’umbria!! = E’ meglio oziare al sole che lavorare all’ombra

Bel ‘me el sô = Bello come il sole

Dàgh una petenàda = Dargli una “pettinata”, picchiarlo

El gh’ha el dun de Dio de capì nagott = Ha il dono di Dio di non capire niente

Fà la figura dal ciocolatee= Fare la figura del cioccolattaio

L’è mej un usell in man che cent che vula = è meglio un uccello in mano che cento che volano

L’erba vöj la nass nel giardin del rè = lerba voglio nasce solo nel giardino del re

Omen e donn quant metten su la vera, comencen fa la vita da galera = Uomini e donne quando si sposano cominciano a fare una vita da prigione

L’è longh ‘me ona quaresima = E’ lungo come una quaresima

Fonte: https://www.milanofree.it/milano/dialetto/detti_milanesi.html