Così venne alla luce il primo teatro stabile a gestione pubblica d’Italia

14 maggio 1947 con il dramma L’albergo dei poveri di Gorkij viene inaugurato il Piccolo Teatro della Città di Milano, il primo teatro stabile a gestione pubblica d’Italia. Alla regia c’è Giorgio Strehler che assieme a Paolo Grassi l’ha fortemente voluto, allo scopo di avere “un teatro d’arte per tutti, che non sia solo uno svago o un diversivo, ma anche un luogo dove poter riflettere”. E indipendente dalla politica, come ci teneva a sottolineare Strehler. Il repertorio doveva essere di respiro internazionale, come attesta lo stesso nome, omaggio della piccola sala del Malij Teatr di Mosca.

Strehler nato a Trieste all’età di sette anni si trasferisce a Milano dove l’amore per il teatro lo prende fin dall’età più tenera. La sua carriera coincide in massima parte con la storia del Piccolo.

Fonte: Milano segreta, Francesca Belotti-Gian Luca Margheriti, Newton Compton Editori