Conservato all’Ambrosiana

Il suo nome antico era Fiscella. Fu dipinto nel 1599 dal Caravaggio ed è stato donato dal cardinale Federico Borromeo alla Pinacoteca Ambrosiana che lui stesso fece edificare.

Il cardinale, che aveva conosciuto personalmente il Caravaggio, era molto legato a questa opera, affermando che “nessuna opera raggiungeva la bellezza di questa e la sua incomparabile eccellenza”. La Canestra viene considerata il punto di origine della pittura moderna per l’eliminazione della distinzione rinascimentale che vedeva agli opposti margini l’elevatezza della natura umana e l'”inferior natura” che veniva dipinta per svago.