Loro combatterebbero contro la riapertura

In via del Senato 2 c’è una lapide con scritto: “Da qui il movimento Futurista lanciò la sua sfida al chiaro di luna specchiato nel Naviglio”. 

E’ la casa in cui visse Filippo Tommaso Marinetti, fondatore del Futurismo. I Futuristi detestavano i navigli perchè contrari alla loro idea di dinamismo, futuro ed energia, giudicati invece come troppo romantici.