Da artigiani ad artigeni in 10 mosse!

Nell’ultimo libro dello scrittore americano Don De Lillo, Zero K, i protagonisti, che vivono immersi in un mondo dove a fare notizia sono la rabbia e la paura, preferiscono farsi congelare con la kriogenesi in attesa di tempi migliori, piuttosto che reagire e darsi da fare nel presente.
Quei tempi migliori per alcuni inguaribili ottimisti come Riccardo Luna, direttore dell’Agi e Digital Champion italiano, e Giampaolo Coletti, giornalista, storyteller e scrittore, sono già arrivati: “basta volerlo” dicono.

E l’occasione per tanto ottimismo è stata la presentazione del libro di Coletti, Sei un genio – la rivoluzione degli artigeni, artigiani e lavoratori dalle idee geniali, (ed. Hoepli) che celebra 150 storie di artigiani/geni, da qui la crasi in “artigeni”, che hanno alle spalle storie di perseveranza e successo. 

Da questo libro, noi di Milano Città Stato, vogliamo prendere spunto perché Milano e il suo entroterra, storicamente luoghi di artigianato e manifattura, dove il genio/cervello non è mai mancato, in tempi in cui la bottega da reale è diventata virtuale, il cliente da locale è diventato globale, il mercato da rionale è diventato mondiale, crediamo abbiano bisogno di qualche consiglio online-lungimirante.

Allora ecco alcuni spunti da artigeni suggeriti da Giampaolo Coletti nel suo Sei un genio per fare impresa da artigiani in rete:

  1. Siate creativi: puntate su un’idea innovativa, qualcosa che non è stato ancora pensato e che possa colmare i bisogni anche latenti
  2. Puntate sulla vostra nicchia di mercato, quella che in rete si chiama Community, e conquistatela
  3. Sorridete, scommettendo sullo spirito “aloha”: qualunque sia il prodotto o il servizio che eroghiate, la chiave è l’accoglienza e l’approccio positivo
  4. Ascoltate, ascoltate, ascoltate: in rete e dal vivo predisponetevi al feedback del cliente e cercate di anticiparne le necessità
  5. Fate squadra, non fate i solisti: scegliete con accortezza i vostri compagni di viaggio: se un giorno arriverete in porto sarà merito del vostro equipaggio
  6. Brevettate le vostre idee e proteggete il vostro nome: registrate il marchio e proteggete il dominio
  7. Fate attenzione alla riservatezza: tutelate i dati personali di dipendenti e clienti
  8. Dotatevi di una social media policy sia interna che esterna con regole di ingaggio trasparenti
  9. Prima di fare una app leggete le regole degli App store e rispettatele
  10. Rispettate la normativa sull’e.commerce: attenzione alla disciplina sul marketing on line, agli obblighi informativi, al codice di consumo

…e ricordate che è l’idea wow a fare la differenza!