Cosa può rendere Milano migliore? La risposta di A.C. Grayling

Da oggi parte su Milano Città Stato una nuova rubrica settimanale fatta di una sola domanda:
Cosa può rendere Milano migliore? 
Lo chiederemo a tutti quelli che riteniamo possano darci una risposta utile ad aprire spiragli, possibilità, cambiamenti. Iniziamo alla grande! Ad aprire la rubrica è la risposta di A.C. Grayling filosofo britannico di fama mondiale, fondatore del New College of Humanities di Londra e autore di oltre trenta testi di filosofia.
Lo abbiamo incontrato stamattina a Milano e questa è la sua risposta:

Esiste un concetto che si chiama “conversazione civica/civile” e questa è l’idea di comunità che realmente si scambiano idee scoprendo cos’è che impedisce a un luogo di essere ancora meglio di quello che è, quali sono le barriere. Capire questo e capire cosa veramente le persone vorrebbero è il primo passo verso le soluzioni. Tutto questo viene fuori dal dialogo fra le persone, dalla possibilità di esprimere le proprie idee. La conversazione civica è alla base del progresso.” 

A.C. Grayling
Qui la video intervista:
CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Gioconda non gli bastava
Articolo successivoLa ferrovia sopraelevata di Milano: antenata della 90/91, così simile a New York
Francesca Spinola
Francesca Spinola. Giornalista, mamma di due teenagers, collaboro con la  Turner Television come Compliance Video Editor. Una tesi di laurea in Senegal, un’avventura da corrispondente estero dalla Libia, tanti anni da freelance con servizi dall’Africa, dal Brasile, dalla Turchia, pubblicati su diverse testate, dal Time Magazine a Vanity Fair, dall’Espresso a Repubblica, al Tempo e via così. Una passione per i viaggi, romana di nascita, cittadina del mondo, milanese d’adozione.