Il rimedio SEGRETO per scacciare le zanzare

zanzare estate

Le zanzare, per come noi le conosciamo, infestano il nostro pianeta da almeno 79 milioni di anni (hanno convissuto con i dinosauri) e ad oggi rappresentano in assoluto l’animale più letale per l’essere umano.

Restando a Milano, le zone dove imperversano di più sembrano essere il Parco Sud, i Navigli, le rive del Lambro e un’ampia fetta della zona ovest che comprende Lampugnano, Montestella, Trenno, il Parco delle Cave e San Siro. Tipicamente, una zanzara è a proprio agio in un ambiente dove la temperatura non è inferiore ai 22° C, per questo d’inverno non le vediamo (dormono) e saltano fuori d’estate.

Leggi anche: Le zanzare di Milano

Il motivo del nostro perenne conflitto con questo insetto risiede nella sua attrazione per il sangue e per le proteine in esso contenute, molecole fondamentali per il loro nutrimento e per la loro sopravvivenza.

Rabbia e tarantella

Ora, grazie al lavoro di Jeffrey A. Riffell e del suo gruppo alla University of Washington, forse abbiamo trovato un nuovo metodo per allontanare le zanzare, che superi i classici Autan, zampironi e citronelle varie (la cui inefficacia è stata tra l’altro ampiamente dimostrata): occorre agitarsi a più non posso.

L’evoluzione è un processo straordinario ed ha inevitabilmente favorito quelle zanzare che sanno tenersi lontane dai pericoli. Tra questi, rientra anche l’evitare un essere grande almeno 6000 volte loro che si sbraccia e si dimena. Le zanzare sono dotate infatti di uno sviluppatissimo senso dell’olfatto, sostenuto da 72 diversi tipi di appositi recettori situati nelle loro antenne, e sono in grado di ricordare (per non più di 24 ore, ma per quello che ci interessa è abbastanza) lo specifico odore di un soggetto che ha fatto di tutto per schiacciarle.

Per provare la loro teoria, il gruppo di ricerca guidato da Riffell ha riprodotto vortici e perturbazioni simili a quelli generati dalle nostre mani e braccia quando si muovono forsennatamente, all’interno di un piccolo cesto. Le zanzare collocate all’interno del cesto erano pervase da alcuni tipici odori dai quali vengono attirate. Dopo un quarto d’ora di trattamento, le zanzare sono state rimosse dal cesto ed esposte ai medesimi odori, ma ne sono state repulse e li hanno evitati, perché immediatamente associati a situazioni di potenziale rischio.

zanzare estate

L’unione fa la forza

Un piccolo monito giunge infine: nel caso le zanzare non trovassero facili alternative nelle vicinanze, una volta scacciate tornerebbero comunque a tormentare la preda originaria, in quanto il loro bisogno di sangue è continuo e insaziabile, essendo una sostanza fondamentale per mantenere le funzioni vitali, un metabolismo efficace e per potersi riprodurre.

Quindi, il consiglio rimane quello di dimenarvi, ma di assicurarvi di farlo in compagnia, o in un luogo affollato. Accettando l’eventualità di farvi prendere come tarantolati.
 
 

Scopri di più su Current Biology, oppure leggi le 33 curiosità sulle zanzare

 

HARI DE MIRANDA

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)