10 strumenti per tagliarti la barba a Milano

Nonostante l’hipsteria collettiva, a Milano c’è ancora qualcuno che la barba se la taglia. Ovviamente come avviene per tutto ciò che è di costume, i metodi alternativi tra cui scegliere come tagliarla sono infiniti.

Vediamo un po’ quali sono i pro e i contro di ciascun metodo.

barba10 strumenti per tagliarti la barba a Milano

#1 Usa e getta

Lametta Bic d’ordinanza. Controindicazioni: inquini come una petroliera. Per l’uomo che deve chiedere scusa.

#2 Rasoio manuale professionale

Attenzione alla lametta appena inserita, perché rischi di tagliarti la gola. Lametta nuova: massima prudenza! Non è un Bic, questo taglia per davvero. Controindicazione: sfregi.

#3 Quello da barbiere (a lama viva)

Avvertenze: o sei un barbiere o un chirurgo o lascia perdere. Controindicazione: attenzione alle orecchie. Se ti scappa il rasoio ti cade via l’orecchio.

#4 Elettrico testine rotanti

Attenzione: non è ufo robot ma sono le testine che girano. Avvertenze: surriscaldamento pelle se si tiene troppo fermo. Controindicazioni: se non ti tagli la barba da molto tempo rischi di impigliarti nelle testine rotanti e di provare la sgradevole sensazione di sentirti portare via la faccia.

#5 Elettrico epilatore

Indicato per masochisti. Strappa il pelo alla radice. Controindicazioni: Urla.

#6 Elettrico con diffusore crema incorporata

Ci domandiamo come ti è venuto in mente di comprartelo.

#7 Il vintage: lametta con pennello e tubetto di crema

Per tipi con qualche minuto in più alla mattina, ecologico perché non hai la bomboletta della schiuma. Controindicazioni: ritardi.

#8 Dal barbiere

Sei un gran signore. Non pensavamo che ci fosse qualcuno che ancora va dal barbiere per farsi la barba. Se vuoi scrivere alla redazione siamo disponibili a ricevere donazioni.

#9 Regolabarba

Per i cultori della barba, indispensabile per non presentarsi modello orso svegliato da uno sciame di api.

#10 Ceretta

Per i disturbati sessuali. Ci risulta che alcuni abbiano provato a depilarsi con la ceretta, non sappiamo se per piaceri perversi o se per confusione sull’utilizzo della ceretta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe 10 statue più belle di Milano
Articolo successivo10 negozi simbolo di Milano
Ivan Salvagno
Milanese. Cittadino civico, indipendente, visionario, "spronatore" di politici. Imprenditore nel settore informatico dal 1997. Seguo con interesse la vita della nostra Milano, partecipo ai comitati (veri) e alle battaglie civiche della nostra Milano. Osservatore / conoscitore / critico dei lavori pubblici, specialmente su Milano; inclusi scempi, sprechi di denaro pubblico e superfetazioni edilizie. Ideatore della pagina https://www.facebook.com/noasfaltoit/ per la sistemazione e tutela del pavé. Pretendo una Milano etica e nuovamente Capitale Morale. Vivibile, ecologica, innovativa ma che rispetti e valorizzi il passato. Sostenitore della città d’acqua; dalla riapertura dei Navigli alla riattivazione delle rogge e sempre nel rispetto della bellezza originaria dei luoghi. Amante dell’eleganza milanese, difensore dei "classici": pavé, tram, case di ringhiera, cascine, etc.