10 sintomi di pazzia di noi mamme milanesi

Dopo il successo dell’articolo sui sintomi di pazzia delle donne milanesi, ci hanno scritto delle mamme dicendo che la loro pazzia merita ancora più attenzione. Per non parlare di quella dei papà, che risponderanno presto al fuoco.


10 sintomi di pazzia delle mamme milanesi

#1. Misurare l’amore materno dall’imbacuccamento

Le mamme milanesi coprono i figli di tanti strati. Ci capita spesso di vedere bambini che a fatica si muovono a causa dell’eccessivo imbacuccamento. Pare esista una particolare proporzione diretta per cui, più il pargolo è coperto, più è amato.

#2. Dai Sbrigati!

Quante volte le mamme incitano i fanciullini. Nella migliore delle ipotesi la mamma milanese ha fretta; nella peggiore è già in ritardo. Ma ignari, i fanciulllini, protetti dal loro microcosmo, non rispondono alle ripetute chiamate. Questo fa crescere esponenzialmente il grado di nervosismo della mamma, creando un cortocircuito che può condurre fino in clinica.

#3. Usare l’automobile (anche se abita a 5 minuti a piedi)

Ovvero: del “Trasportare” a scuola i pargoli con il SUV turbo diesel 5.000 cc.
La domanda che probabilmente lasceremo ai posteri è: come mai la mamma milanese ama così poco fare due passi per portare i bambini a scuola!?
Piuttosto che andare a piedi, la mamma milanese sposta un SUV che poi non sa dove parcheggiare, con conseguente altissima possibilità di prendere una multa in quei dieci minuti o di intasare un intera via.
Nonostante le conosciute controindicazioni, però, la mamma rimane fedele al suo stile di vita.

#4.Non ti sporcare

Per i bimbi di tutto il mondo sbrodolarsi il gelato addosso o sporcarsi di fango è una cosa naturale, ma per il piccolo milanese no. Col rischio di diventare una creatura asettica e sterilizzata.

#5.L’agenda del bimbo

A sentire l’agenda settimanale feriale dei piccoli milanesi ti viene il capogiro: lunedì nuoto, martedì calcio, mercoledì pianoforte, giovedì ancora nuoto. Un buono sviluppo fisico è necessario per affrontare le future sfide, bisogna avere le spalle grosse… ma la mini agenda anche no!

#6. Performare

Fin da piccolini ai milanesi viene insegnato che bisogna oltre che performare anche vincere, qualsiasi competizione acquista lo squisito sapore di una possibile vittoria. Sentiamo spesso mamme milanesi cantare le lodi dei loro piccoli campioni o insultare l’arbitro in un campo sportivo.

#7.Ubi casa minor cessat

Al telefono: “Scusa Ali, Clem si è tagliata un dito, sanguina, aspetta un attimo… Ah ok per fortuna non ha sporcato il muro appena imbiancato”

#8.Mamma no tobacco

Le mamme milanesi non fumano davanti ai figli, questo è sicuro. Purtroppo hanno inventato questa tecnica: nascondere la sigaretta dietro la schiena. Per cui il piccolo vede che da dietro mamma esce una densa nuvola di fumo, penserà che la mamma stia andando a fuoco.

#9.Lo stato di esaurimento permanente

Le mamme milanesi di default sono esaurite. Se non è la tata, il bambino malato, il marito che non si occupa della prole, la stanchezza cronica di cui soffre perennemente, è il brutto tempo, il freddo il vento, lo smog, il frigo vuoto. “Devo correre a comparare il latte, ciao, ciao, ciao, ciao”

#10.Sempre al top

Le mamme milanesi giustamente non sono risolte nel loro ruolo di mamme, sono lavoratrici, intelligenti, informate e ci tengono molto al loro aspetto.
Le mamme milanesi sono praticamente perfette.

Credit photo: www.ipadmama.it