10 modi per salutare quando te ne vai

Quando te ne vai dovresti farlo in modo elegante e curato nei dettagli, imparare a salutare è importante.

Uno non ci fa caso, si dà più peso all’arrivo, ma invece arrivare è solo l’inizio.

Ma il punto è un altro, le persone dovrebbero avere a disposizione un ventaglio di tecniche di commiato da utilizzare a seconda dei contesti. E guarda caso eccole qui.

salutare10 modi per salutare quando te ne vai

 

#1  Fuga all’inglese

Come insegna la Brexit, gli inglesi quando decidono che si è fatta una certa vanno via senza spendere troppe parole.

 

#2 I tre baci alla francese

Destra, sinistra e poi ancora destra. O si partiva con la guancia sinistra? Non ricordo. Sappi che se sbagli scatta il French Kiss.

 

#3 Ciao a tutti

Così si evitano i saluti a uno a uno che portano via più tempo dell’intera serata. E ti permette di salutare anche chi non sopporti affogandolo nella matassa del generalismo.

 

#4 Abbraccio nordico

Beh, lì fa freddo. Ogni scusa è buona per fregare il calore umano dell’altro.

 

#5 Bacio sovietico sulla bocca

Quando la tua virilità non è in discussione non hai paura di affrontare certe sfide. Tipo baffo contro baffo.

 

#6 Si è fatta una certa

Una frase che strizza l’occhio alla gioventù senza riuscire a interessarla più.

 

#7 Bella

Bella cosa? La serata? La tipa che ha declinato il tuo insistente invito a uscire con te? Non lo sapremo mai.

 

#8 Salutare e guardare un altro (saluto della spaccone)

Allenati prima di effettuare questa forma di saluto. Il rischio è quello di sembrare leggermente strabici ottenendo così l’effetto inverso rispetto a quello sperato.

 

#9 Il pugno sullo spalla

Magari evita se lei è una dolce fanciulla che sta tranquillamente sorseggiando un Martini.

 

#10 See you later alligator (in a while crocodile)

Se durante la serata non ti sei ancora divertito abbastanza non perdere questa ultima occasione per sfoderare il meglio della tua ironia.