10 cose che il milanese invidia ai romani

Dopo lo scoop sulle 10 cose che i romani invidiano dei milanesi per un atto di umiltà abbiamo deciso di fare un sequel degno di Benvenuti al Sud. Abbiamo chiesto ai milanesi cosa invidiano ai romani. Con una certa riluttanza hanno accettato di rispondere.

10 cose che il milanese invidia ai romani

#1 Il venticello
“Esco da Termini ed è il caos. La coda infinita per i taxi che si dispongono in modo assurdo, ci sono più taxi che persone eppure devi aspettare due ore per salire. Ci sono rifiuti accatastati, confusione, però basta sentire quella dolce brezza e tutto pare diventare stupendo. Se dovessi importare a Milano qualcosa di Roma prenderei il venticello romano”.

#2 La battuta romana
Tassista di Milano: “Io ai romani invidio la battuta spontanea. Arriva un uomo distinto, romano, mi dice: devo andare in via del senato, appena partiamo comincia a parlare al telefono in inglese, perfetto. A un certo punto mentre ero fermo al semaforo, un pedone invece di attraversare diritto andava tutto storto, in diagonale, lui sento che dice Just a moment!, stacca il telefono, abbassa il finestrino e gli urla: Ahò, guarda che sei un pedone mica sei un alfiere!. Poi ha ripreso a parlare in inglese al telefono”.

#3 La capacità di fare amicizia
“A Roma c’è un’apertura naturale di tutti. Anche trasversale, mentre a Milano si creano sempre delle cerchie chiuse”.

#4 L’atmosfera
“Passeggi per Roma e ti ritrovi immerso in un’atmosfera unica, speciale. A Milano tutto è molto ordinato, a volte un poco scontato, mentre a Roma da ogni parte guardi puoi trovare una sorpresa”

#5 La cucina
“La pizza bianca col rosmarino, il tiramisù di Pompi, La pizza croccante che non si ammoscia”

#6 Il fatto di poter fare jogging sui colli o ai fori Imperiali
“L’ha fatto anche Zuckerberg”

#7 La vicinanza col mare
“Venti minuti e ti tuffi a Ostia. Per un milanese è un sogno”

#8 Il fiume vero
“Ammetto. Se c’è una cosa che mi fa sentire provinciale è la retorica dei navigli. Dobbiamo ammetterlo: a Milano ci piacerebbe tanto che ci fosse un fiume vero come in tutte le più grandi città d’Europa, invece ci dobbiamo accontentare di qualche rigagnolo”

#9 La capitale
“La dicitura Roma capitale è una vaccata. Però che quella città così disorganizzata sia la nostra capitale ci fa masticare amarissimo”

#10 L’impero. Giulio Cesare
“Quando arrivo a Roma ogni volta mi faccio sempre la stessa domanda: Ma come è possibile che questi qui che non riescono a organizzare neppure la raccolta differenziata un tempo dominavano il mondo?