Sabato 15 ottobre: la notte dei senza dimora

ph: paolodalprato
ph: paolodalprato

Milano, Piazza Santo Stefano – 15 ottobre 2016. LA NOTTE DEI SENZA DIMORA. Diciassettesima edizione durante la Giornata ONU di lotta alla povertà.
Sabato 15 ottobre torna la Notte dei Senza Dimora che, per il diciassettesimo anno consecutivo, invita cittadini e istituzioni in piazza, per riportare l’attenzione sul problema dell’emarginazione sociale e delle persone senza dimora e a condividerne, almeno per una nottata, piatto e sacco a pelo.

Secondo una ricerca Istat realizzata per Fiopsd -Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora- in Italia ci sono oltre 50.000 persone senza dimora, di cui 19.000 nel nord-ovest, concentrati in particolare nelle grandi città come Milano. 4 su 10 sono di nazionalità italiana, 2 su 10 sono sulla strada da oltre 4 anni.
La Notte dei senza dimora rappresenta un momento di confronto fra i cittadini e le associazioni che si occupano di assistenza e reinserimento di persone in difficoltà, per informarsi e offrirsi come volontari.
La Notte dei Senza Dimora inizierà prima del calar del sole. Dalle 15.30 in Piazza Santo Stefano partirà una sessione di “knitting solidale”, organizzata da Horujo Knit and Crochet, in cui sarà possibile lavorare tutti insieme a maglia.

Alle 16.30 alla Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci”, in Viale Ortles 69, ci si darà appuntamento per visitare uno dei luoghi della solidarietà meneghina. Da lì si inforcheranno tutti insieme le bici in direzione di Piazza Santo Stefano.

Alle 18 inizierà la musica dal vivo: il moderno country blues di Claudio Avella seguito dal repertorio di cover per voce e chitarra di Claudio Niniano.

Non mancherà un momento di approfondimento, in Piazza Santo Stefano. Alle 19 “Quali idee nuove stanno emergendo a Milano in tema di accoglienza”: incontro con Alberto Sinigallia, presidente della Fondazione Progetto Arca, don Virginio Colmegna, Casa della Carità e Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano.

Persone con e senza dimora saranno fianco a fianco durante la grande cena gratuita (alle ore 20) e parteciperanno alla festa in piazza con musica, messaggi e testimonianze.

Dalle 21.00 ancora musica dal vivo con il cantautore Cesare Malfatti -una delle anime dell’ex gruppo rock La Crus- per voce e chitarra. A seguire Bar Boon Band, storico gruppo nato a SOS Stazione Centrale. E ancora i musicisti di strada Edwin One Man Band, Oumar Alpha Balde, il reggae di Bandaranda, per chiudere con Marina Madreperla.

La serata in piazza avrà il suo culmine nella dormita all’aperto, sul sagrato della chiesa, a cui si invitano tutti i cittadini a prendere parte per l’intera durata della notte.

A questa edizione della “Notte” parteciperanno anche 400 ragazzi dei gruppi scout CNGEI Milano: dalla preparazione dei pasti, alla visita a Casa Jannacci, dall’allestimento della piazza fino alla notte trascorsa sotto le stelle. La partecipazione chiude il percorso che i gruppi milanesi CNGEI hanno dedicato alle pratiche dell’accoglienza durante tutto il 2016.

L’evento è organizzato da: Insieme nelle Terre di mezzo onlus, Opera Cardinal Ferrari, Cena dell’amicizia, Papa Giovanni XXIII, Fondazione Fratelli di San Francesco, CAST, Croce Rossa Italiana – Comitato Provinciale di Milano, Fondazione Progetto Arca Onlus, Ronda Carità e Solidarietà ONLUS, Casa di Gastone, Fondazione Isacchi Samaja Onlus, Associazione MiRaggio, Avvocato di strada ONLUS, CNGEI, Effatà, VOCI, Avvocati per Niente, Acli-Ipsia, MIA – Milano in Azione, Fides ONLUS-Casa degli Amici, Caritas Ambrosiana, Casa della Carità e FIOPSD. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Milano.