30 gennaio. L’era dello swing

Dove: Teatro Wagner, Piazza Riccardo Wagner, 2,Milano

Costo: 16 euro

Organizzatore: felixcompany (www.felixcompany.it)

Lo swing è divertente perché quando lo ascolti è come se si attaccasse al tuo corpo e cominciasse a scuoterti braccia e gambe. Non c’è niente da fare, quando lo swing incalza devi ballare.

Paolo Tomelleri con la sua Swing Band è capace di suonare lo swing degli anni quaranta come se fossimo ancora negli anni quaranta. Conoscete già Count Basie, Glenn Miller, Duke Ellington? Se la risposta è sì preparatevi a fare una bella rimpatriata. Se la risposta è no, venite che ve li presenta Tomelleri.

5 ragioni per cui mi piacerebbe andarci?

#1. Perché Tomelleri è un mostro sacro di questo genere

#2. Perché non conosco il genere e mi sembra un’ottima occasione per colmare la lacuna

#3. Perché amo il vintage. E lo amo ancora di più quando è divertente

#4. È facile da raggiungere con i mezzi

#5. Perché lo swing fa ballare

 

5 cose che mi piacerebbe trovare?

#1 Dischi in vendita introvabili, meglio se in vinile, 78 giri o registrazioni inedite

#2 Abiti d’epoca per vestirsi come negli anni quaranta

#3 Persone vestite a tema

#4 Pubblico scatenato

#5 Straordinaria reinterpretazione di pezzi noti